Servizi
Contatti

Eventi



Livio Cerini
Visconte di Castegnate
e i tesori della gastronomia

Sabato 20 giugno 2015 a Castellanza (Varese) presso la Biblioteca M. Rostoni dell'Università LIUC-Università Cattaneo di Castellanza (Varese) e in collaborazione con il Comune di Castellanza e e l'Associazione culturale Ecomuseo Valle Olona, si è tenuto il secondo incontro su I tesori della gastronomia con il Visconte Livio Cerini di Castegnate in parallelo all'evento internazionale dell'EXPO di Milano.

Mario Bagnara, Wilma Minotti Cerini, Roberta Cerini Baj e dott. Giancarlo Bonizzi

Questo incontro ha visto la partecipazione di:

  • Giancarlo Gonizzi (Curatore della Biblioteca Gastronomica Academia Barilla) che è intervenuto su La Collezione dei Menu Storici
  • Giuseppe Toscano (Direttore Master Food Management dell'Università LIUC-Università Cattaneo) su Cucina, economia e management
  • Mario Bagnara (Presidente Biblioteca La Vigna di Vicenza) su Il Fondo Cerini
  • Enrico Carnevale Schianca (Studioso di Storia della Cucina) su Arte, storia e cucina

Ai quali si sono affiancati Danilo Gasparini (Storico di scienze dell'alimentazione) - Wilma Minotti Cerini che ha ricordato la passione di Livio Cerini per il collezionismo di menu storici e libri antichi di storia della gastronomia e le sue invenzioni come la Teodolinda distanziatore di calore e il Mortaio concepito secondo la sezione aurea di Luca Pacioli.

La “Teodolinda”, distanziatore di calore.

Il “Mortaio” costruito sulla sezione aurea secondo le indicazioni di Luca Pacioli.

Contemporaneamente presso la Bublioteca Civica di Castellanza nella Sala collezione Pomini è allestita una mostra per illustrare vita e opere del Visconte Livio Cerini di Castegnate.

Documentazione video dell'incontro.

Nella mostra è visibile una sintetica documentazione dell'attività svolta dal marito nel corso della sua vita: libri antichi di gastronomia, gli strumenti da lui stesso inventati, la “Teodolinda” e il “Mortaio”, oltre a numerosi menu che fanno parte del libro Il menu tra storia ed arte (All'Insegna del Lanzello, Asti 199).

Alcuni momenti dei numerosissimi eventi che hanno segnato la vita della coppia.

Va . . .
                                                             A Livio

Va, cavalca il tramonto
Che si dirama nel rosso.

Attendi quando il buio accende
Tutte le luci del possibile,
e scegli quella che al tuo arrivo
pulsa la sua emozione.

Lui è là, portagli le parole
Non dette, quelle di ogni giorno,
dove gli anni son battiti di ciglia.

Parlagli dell’abbraccio nel vuoto
Che riempio del suo ricordo.

Perché il tempo non esiste
Se non vuoi, il tempo è quello suo,
Quello di eterna espansione
Dove si abbraccia l’universo.

Torna con il suo sorriso,
Con la carezza più pura,
Perché possa illuminarmi,
come mi illuminò e mi illumina.

Essere così lontani, eppure così vicini…
Perché l’amore davvero
Non trova confini o barriere,
né vi è il tempo
che contenga il tempo dell’infinito.

Wilma M.C.
18/06/2015 - Scritta in 5 minuti in una sosta
sull'autostrada di Verbano verso Castellanza

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza