Servizi
Contatti

Eventi



Acri… la poesia…verso
il Premio Nazionale Vincenzo Padula 2013

Il Premio Nazionale “Vincenzo Padula”, indetto dalla Fondazione V. Padula di Acri (Cosenza), nella sua sesta edizione, si è arricchito della sezione di poesia, presentando, per tre intere serate, Autori meritevoli di approfondimento, per la loro costante presenza nel dibattito culturale del comprensorio cosentino, per l’impegno nello spazio editoriale e lo sviluppo delle tematiche che portano avanti, di scavo esistenziale, di recupero della memoria e di risvolto sociale. Un’apertura verso il mondo poetico importante che, come ha espresso il Presidente della Fondazione Giuseppe Cristofaro, si intende inserire a pieno titolo nel respiro della valenza nazionale del Premio Padula, coniugando cultura del territorio e attualità del Paese, nello svolgersi degli avvenimenti politico sociali e con uno sguardo privilegiato al mondo giovanile e relativi rapporti con le Istituzioni.

Momenti della della presentazione poetica.

Ad avviare l’iniziativa sono stati i poeti Francesco Curto, Pasquale Montalto, Anna Algieri, Angelo Sposato, Maria Vittoria Marchianò, presentati da: Eugenio Maria Gallo, Giuseppe Abbruzzo, Gianni Mazzei, Emanuela Guido, Giulia Ferraro, Angelo Feraco.

In una suggestiva atmosfera, a mo’ di Caffè Letterario, e con l’eleganza offerta dal luogo di Palazzo Sanseverino–Falcone, dove è anche collocato il Museo comunale di Arte Contemporanea, il coordinatore delle tre serate inaugurali Piero Cirino, si è egregiamente adoperato a equilibrare i tempi e dare il giusto spazio agli interventi e letture di brani poetici, scelti e declamati dalla brava artista Laura Marchianò, accompagnati dalle note musicali, suonate al pianoforte da Lorena Gaccione. La risultanza è stata la felice distensione di aver trascorso un tempo d’armonia in compagnia della poesia e del movimento dell’anima che essa inevitabilmente sempre apre, nell’interscambio tra gli Autori e l’attento pubblico presente.

Momenti della della presentazione poetica.

Nella serata d’apertura Giuseppe Abbruzzo, direttore del mensile locale Confronto, ha usato parole autentiche verso la sensibilità espressa dalla poesia d’amore e di risvolto spirituale della poetessa Anna Algieri; Eugenio Maria Gallo di Bisignano, introducendo il poeta Pasquale Montalto, ha sottolineato l’importanza della memoria e degli affetti familiari, mentre Emanuela Guido ha diretto l’attenzione ai risvolti esistenziali, nell’incontro col femminile e la bellezza dell’incontro con l’eros della vita, per evidenziare, con lo scrittore Gianni Mazzei di Tre bisacce, i punti innovativi che si possono cogliere negli elementi simbolici del gufo e della goccia, espressi da Montalto poeta.

Giulia Ferraro e Angelo Feraco hanno nell’incontro della successiva giornata puntualizzato il ruolo che il luogo natio di Padia ha svolto nella poetica di Francesco Curto e la dimensione sociale che il poeta continua a sviluppare; con Angelo Sposato è stato invece possibile volgere lo sguardo anche alle attività poetiche del coinvolgimento politico sociale e il correlato uso della parola, che con la scrittura di Maria Vittoria Marchianò raggiunge l’armonia della vita, per come raccolta nella quotidianità del vivere, vera essenza di una poetica esistenziale.

Momenti della della presentazione poetica.

In ordine al Premio Padula, sviluppato nelle due giornate conclusive dell’otto e nove novembre 2013, uno spazio importante è stato riservato alla presentazione del libro: V. Talarico Cardarelli e dintorni della Rubbettino editore e a cura di Giuseppe Cristofaro e Santino Salerno. Il tema portante di quest’edizione “Mediterraneo: opportunità o minaccia? Mare di clandestini o di migranti?” è stato sviluppato attraverso la premiazione di personalità d’eccellenza come Tahar Ben Jelloun, la Ministra per l’integrazione Cècile Kashetu Kyenge, il giornalista Riccardo Iacona, gli scrittori Lidia Ravera e Manuel De Sica, il cinema di Rocco Papaleo e Pupi Avati.

Tra le personalità politiche regionali e locali che hanno accompagnato quest’edizione del premio l’Europarlamentare Gino Trematerra, l’Assessore regionale Michele Trematerra, il Presidente della Provincia Mario Oliverio, il Sindaco di Acri Nicola Tenuta. (Dhaler)

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza