Servizi
Contatti

Eventi



La Mostra del Verrocchio,
maestro di Leonardo,

a Palazzo Strozzi

Una bella occasione d’incontro con pagine splendide del Rinascimento fiorentino, la Mostra a Firenze, al Palazzo Strozzi - dal 9 marzo al 14 luglio 2019 - dedicata a Andrea del Verrocchio, il maestro di Leonardo da Vinci. Abbiamo guidato nei giorni passati un gruppo di amici, tutti muniti, per l’occasione, di macchine fotografiche e di blocchi per gli appunti.

Verrocchio, Madonna dal mazzolino.

Verrocchio, David.

Una nota particolare riguardo a questo evento: il collettivo di artisti Opavivará! (Brasile 2005) presenta nel cortile del Palazzo l’intervento – come documenta il video unito a questo contributo - Rede Social: una grande e coloratissima amaca di oltre dieci metri realizzata appositamente per l’occasione (indirizzo VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=ijYpG8524jE ).

L'arte del Verrocchio, maestro di Leonardo d Vinci. (da YouTube)

L’installazione è ad accesso gratuito: ogni visitatore è invitato a partecipare salendo sopra l’amaca dove è portato a interagire con le altre persone muovendosi al suo interno. Ispirata alla cultura brasiliana, aperta, libera e fortemente collettiva, l’opera permette di vivere lo spazio di Palazzo Strozzi da un punto di vista totalmente inconsueto e allo stesso tempo offre la possibilità di rilassarsi e divertirsi, abbandonando temporaneamente il proprio ruolo sociale. L’installazione è parte del progetto Beyond Performance, promosso e organizzato dalla Fondazione Palazzo Strozzi, Fondazione CR Firenze e Osservatorio per le Arti Contemporanee.

Pannello.

Verrocchio, Scipione l'africano.

La Mostra “Verrocchio, il maestro di Leonardo” presenta, dunque, straordinari capolavori di Andrea del Verrocchio, a confronto con opere di precursori, artisti a lui contemporanei e discepoli, come Desiderio da Settignano, Domenico del Ghirlandaio, Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Bartolomeo della Gatta, Lorenzo di Credi e Leonardo da Vinci. Comprende oltre 120 opere tra dipinti, sculture e disegni, con prestiti provenienti da oltre musei e collezioni private prestigiose, come il Metropolitan Museum of Art di New York, la National Gallery of Art di Washington DC, il Musée du Louvre di Parigi, il Rijksmuseum di Amsterdam, il Victoria and Albert Museum di Londra, le Gallerie degli Uffizi di Firenze.

Visitatori.

Verrocchio, L'arcangelo Raffaele e Tobiolo.

Artista emblematico del Rinascimento, Verrocchio sperimentò nella sua bottega tecniche e materiali diversi, dal disegno alla scultura in marmo, dalla pittura alla fusione in bronzo. Egli formò un’intera generazione di maestri, con i quali ha sviluppato e condiviso generosamente il proprio sapere. Tramite il suo insegnamento si formarono artisti che hanno diffuso in tutta Italia, e fuori, il gusto e il linguaggio figurativo fiorentino, come testimoniano opere quali il David in prestito dal Museo Nazionale del Bargello, uno dei simboli dell’arte del Rinascimento, e il Putto col delfino, in prestito dal Museo di Palazzo Vecchio. Alla scultura si affiancano dipinti come la Madonna col Bambino della Gemäldegalerie di Berlino o la Madonna col Bambino e angeli e l’Arcangelo Raffaele e Tobiolo della National Gallery di Londra: capolavori presentati insieme per la prima volta.

Verroccchio, Madonna col bambino.

Verrocchio, Putto con il delfino.

Notevole la selezione di disegni e dipinti su lino, che permettono un confronto tra i lavori del maestro e quelli dei suoi allievi, come nel caso della celebre “Dama dal mazzolino” del Bargello posta accanto allo studio di “Braccia e mani femminili” di Leonardo da Vinci. Parte fondamentale della mostra sono infatti opere del giovane Leonardo, che negli anni Settanta lavorò nella bottega di Verrocchio, contribuendo al passaggio verso la Maniera Moderna, uno dei temi più avvincenti dell’arte di tutti i tempi.

Visitatori.

Roberto Mosi mentre ammira il putto con il delfino.

Argomento importante del percorso espositivo a Palazzo Strozzi è l’attribuzione al giovane Leonardo da Vinci della Madonna col Bambino, scultura in terracotta che per la prima volta esce dalle collezioni del Victoria and Albert Museum di Londra di cui fa parte dal 1858 e dove è solitamente esposta come opera di Antonio Rossellino. A Palazzo Strozzi questa terracotta – verosimilmente l’unica scultura esistente attribuibile a Leonardo – è presentata in diretto dialogo con una selezione di straordinari drappeggi dipinti su lino dallo stesso Leonardo, con i quali presenta riscontri puntuali. Analogamente può essere confrontata con altre celebri opere del maestro, come l’Annunciazione degli Uffizi, la Vergine delle rocce e la Sant’Anna del Louvre.

Pannello.

Leonardo da Vinci, Madonna con il bambino.

Spazi attrezzati per i visitatori più piccoli.

Si esce dunque dalla Mostra e dal divertimento assicurato dalla coloratissima amaca, Rede Social, soddisfatti, divertiti, ricreati nello spirito. Alle fotografie scattate e alle riflessioni affidate ai nostri testi scritti, l’eco di un incontro molto particolare con la bellezza di Palazzo Strozzi.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza