Servizi
Contatti

Eventi



Festa alla Cittadella di Elisa
per i venti anni del Foglio Letterario

Manifesto per l'evento.

Fabio Canessa, Gordiano Lupi e Vincenzo Trama.

Si è tenuta venerdì 9 agosto 2019 a Piombino, nello spazio dell’antica Cittadella, la Festa per i vent'anni della Rivista Il Foglio Letterario, che vide la luce nella Città degli Altoforni. Ha presentato la serata il giornalista Fabio Canessa, è intervenuto lo stesso Gordiano Lupi, editore de Il Foglio, Vincenzo Trama, direttore della rivista Il Foglio Letterario.

Chiesa della Cittadella.

Disegno di Enrico Guerrini.

Trenta gli autori presenti che si sono succeduti sul palco, davanti ad un largo pubblico. Fra questi, Sacha Naspini, Giulia Campinoti, Annamaria Scaramuzzino, Lucilla Lazzarini, Miria Signori, Enzo Biagioni, Stefano Giannotti, Mauro Carrara, Carlo Saffioti, Teresa Messana, Alessandra Altamura, Melisanda Massei Autunnali, Patrizio Avella, Francesco De Luca, Roberto Mosi. Il pittore Enrico Guerrini ha disegnato alcune “istantanee” della Festa.

Il luogo dov'era la casa di Elisa Baciocchi.

Ritratto di  Elisa Baciocchi.

“Ne abbiamo fatte di cose in vent’anni – ha detto Gordiano Lupi – concorsi letterari, pubblicazioni di giovani autori, partecipazione a fiere, eventi, presentazioni, senza mai cambiare pelle. Abbiamo cominciato contando solo sulle nostre forze e siamo ancora qui a lottare contro l’editoria a pagamento, contro le facce di bronzo che si fanno grandi con i soldi degli altri, contro il dilettantismo allo stato brado e l’improvvisazione … Negli anni abbiamo ampliato l’attenzione alla nostra realtà locale, curando libri su storia, tradizioni, personaggi, cultura maremmana in generale e piombinese in particolare. Piccolo è non solo bello ma fondamentale; non dimenticare le nostre radici, è non solo basilare ma vitale”.

Da parte nostra, siamo saliti sul palco della Festa con emozione, portando i nostri quattro libri pubblicati con il Foglio, dalla prima raccolta poetica “Aquiloni” (2010), al libro “Gigli di mare” dedicato alla memoria di Aldo Zelli (2018, curato insieme a Fabio Strinati), al romanzo-guida “Elisa Baciocchi e il fratello Napoleone. Storie francesi da Piombino a Parigi” (2013), alla raccolta “Navicello Etrusco. Per il mare di piombino” (2018; video trailer).

Per la Raccolta Aquiloni.

La raccolta Navicello Etrusco. (YouTube)

Vista notturna dalla Cittadella verso piazza Bovio.

Pozzo de li Apiani.

È stato particolarmente suggestivo parlare di Elisa Baciocchi dal palco della Festa, nella Cittadella, vicino al luogo dove sorgeva la sua dimora, che lei chiamava, nelle sue lettere, “la casa delle delizie”, alta sul mare e dalla quale poteva scorgere le montagne della sua patria di origine, la Corsica.

L'intervento di Roberto Mosi sul palco della Cittadella di Piombino.

Roberto Mosi.

 

Banco de Il Foglio letterario.

Annamaria Scaramuzzino.

Dalla raccolta “Il Navicello etrusco” è apparso infine naturale riprendere, per recitarla al microfono davanti al pubblico di Piombino, la poesia “La città libro”, dedicata alla Città degli Altoforni e all’impegno portato avanti, con tanta passione, dall’editore Gordiano Lupi.

Città libro

Lascia il porto la nave
sfiora il promontorio. Piombino
dal mare è un libro aperto,
dai contrafforti della Fortezza
all’altura della Cittadella
e alla casa di Elisa Baciocchi.

La piazza, al centro, oggi
è in festa, vestita
delle tende bianche
arruffate dal maestrale.
Sui banchi uno stormo di libri
con le ali di ogni colore.

Si levano in volo
leggeri come pensieri
la musica delle storie
il suono della poesia
il fragore delle utopie.
Tracciano nel cielo
le speranze della città libro.

Dolce per i venti anni.
articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza