Servizi
Contatti

Eventi



Alla moschea di Firenze
incontro sul dialogo fra le religioni

Manifesto dell'incontro.

Serata importante per la cultura e per comunità fiorentina martedì 10 dicembre 2019: è stato presentato nella Moschea della città di via Borgo Allegri, nel quartiere di Santa Croce, il recente libro di Vannino ChitiLe religioni e le sfide del futuro” (Edizioni Guerini e Associati), che reca il sottotitolo “Per un’etica condivisa fondata sul dialogo”. Vannino Chiti, studioso del movimento cattolico, vanta una lunga esperienza politica e amministrativa, si interessa del dialogo interreligioso e interculturale e collabora con la rivista Testimonianze.

Esterno della Moschea di Via Borgo Allegri.

L'insegna della Moschea.

L’incontro, pieno di significati, ha visto la partecipazione nella sala della moschea, di vari rappresentanti delle religioni e di studiosi. Sara Cividalli ha portato il saluto ai presenti, per la comunità ebraica. Sono intervenuti Izzedin Elzir, Imam di Firenze, Alessandro Martini, assessore del Comune, Ugo Caffaz, antropologo, don Andrea Bigalli, parroco di San’Andrea in Percussina. Ha moderato l’incontro Pier Andrea De Robertis, giornalista di Q N.

L'ingresso della Moschea.

Izzedin Elzir, iman.

Bella l’atmosfera dell’incontro ad iniziare dalle parole di amicizia e di pace che l’Iman ha rivolto agli ospiti e dal profumato rinfresco che è stato offerto a conclusione, con i biscotti e i dolcetti colorati della tradizione e il caldo the verde. La riunione, come mostrano le foto, ha avuto luogo in un ambiente quanto mai ordinato, semplice, uno spazio che in precedenza era un garage nel popolare quartiere fiorentino, non adeguato, con tutta evidenza, ad accogliere le manifestazioni religiose della numerosa comunità islamica di Firenze e della Toscana.

IL pubblico e i relatori. Al microfono Vannino Chiti.
Don Andrea Bigalli.

La riflessione dei partecipanti all’incontro è partita dal libro “Le religioni e le sfide del futuro”, illustrato dall’autore e dai relatori. La religiosità nel mondo nel suo complesso è in aumento. Non in Occidente, dove la fede si personalizza e spesso è vissuta anche come non appartenenza a una Chiesa, ma a una identità, a una tradizione da proteggere contro le «invasioni».

Motivo del tappeto della sala.

Particolare del tappeto.

I fedeli sono entrati.

La ricerca di ciò che unisce, del dialogo fra credenti di varie religioni e non credenti, del confronto sui valori comuni può portare alla condivisione di un’etica universale per costruire insieme una via di salvezza spirituale e materiale del pianeta. Questo libro dà voce a chi crede che questa via sia percorribile, senza chiudersi dentro dogmi o pregiudizi secolari, sia esso cristiano, musulmano, ebreo, di altre fedi o di culture non religiose.

“La reciproca conoscenza – ha sottolineato in modo particolare Vannino Chiti – può aiutare tutti, credenti e non credenti, laici e uomini di religione, a stabilire una convivenza democratica arricchita dall’apporto di comprensione, volontà di pace, apertura al futuro. Queste pagine, esplorazione corale del sacro nel mondo, vogliono essere un passo in questa direzione”. Un motivo di riflessione che è stato ripreso da tutti gli intervenuti.

Appare naturale, in questa occasione, riprendere il momento del “viaggio” e dell’incontro, come elemento di conoscenza fra i popoli e le religioni, che ho cercato di approfondire nella mia ricerca poetica, nella raccolta “Itinera”, in particolare (e-Book de LaRecherche; indirizzo: http://www.larecherche.it/public%5Clibrolibero%5CItinera_di_Roberto_Mosi.pdf ).

Si veda la poesia:

Oasi di montagna
 

Sulla montagna più alta
al confine con l’Algeria
le acque in tumulto
assediano la rocca di Midès.
Si perdono poi tra rocce
che sanno d’eternità
riemergono in basso
nel salto fragoroso della cascata.
Vicino il bianco assoluto
del Lago Salato.

Nell’ansa nascosta del fiume
si specchiano gli occhi
delle donne, i lunghi
capelli sciolti. Nell’aria
della sera volano

sciami di risa, storie
d’amore, di fughe
oltre il confine.
Nell’oasi si spengono
i rumori della festa
le musiche e le danze
per i figli non più fanciulli.

Fisso su fogli azzurri
parole leggere ai piedi
delle palme, unite in alto
dall’arco delle foglie
accese dall’ultimo sole.

Si innalzano intorno
le colonne della Mezquita,
a Cordoba.
Il mio canto libero
riempie le volte infinite.

La raccolta “Itinera” è stata illustrata, con magici disegni, dal pittore Enrico Guerrini: indirizzo:

"In viaggio", Poesia Immagini Musica. Autori Roberto Mosi ed Enrico Guerrini.

L’incontro alla moschea di Firenze del 10 dicembre scorso, ha rappresentato dunque un momento di speranza sul dialogo fra i popoli e le religioni, alla vigilia della prossima festa del Natale.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza