Servizi
Contatti

Eventi



Premio Parco Majella

un'edizione da incorniciare

Un’atmosfera incantevole e un grande calore di pubblico hanno reso ancora più suggestiva la partecipata cerimonia conclusiva del Premio Nazionale Parco Majella, svoltasi sabato 23 luglio 2016 ad Abbateggio, uno dei borghi più belli d'Italia.

La tradizionale manifestazione di mezza estate del Parco della Majella, presieduta da Antonio Di Marco, Sindaco di Abbateggio e Presidente della provincia di Pescara, giunta alla 19a Edizione, ha avuto come Presidente di Giuria Daniele Mocio, Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare, conduttore presso la RAI di rubriche meteorologiche.

Momenti dell'evento.

Tante sono state le presenze istituzionali e del mondo della cultura, provenienti da tutta l'Italia, intervenute nella consegna dei premi, tra cui la scrittrice e giornalista Daniela Quieti, presidente dell’Associazione Logos Cultura.

Quest’anno sono state assegnate tre tipologie di premi per le sezioni Narrativa Italiana Edita, Saggistica Edita e Narrativa Italiana Inedita.

Segue l'elenco dei vincitori.

Per la Narrativa Edita: 1° Antonio Del Giudice con “La Bambina Russa”, Casa Editrice Tabula Fati; 2° “La notte scintilla il caprimulgo chiama” di Federico Cauli e Stefano Ricci, Edizioni Belvedere; 3° “L’amaro sapore del mallo” di Wally Dall’Asta, Casa Editrice Tabula Fati.

Per la Saggistica: 1° “Prevedibile/Imprevedibile” di Emanuela Guidoboni, Francesca Mullargia e Vito Teti, Rubettino Editore; 2° “Fermiamo il consumo di suolo. Il territorio tra speculazione, incuria e degrado” di Paola Bonora, Il Mulino Editore; 3° “Breve storia dell’ambiente in Italia” di Gabriella Corona, Il Mulino Editore.

Per la Narrativa Inedita: 1° Claudio Sarmiento con “La scacchiera, il teatro, la luna e le bombe”; 2° Rina Bontempi con “Una voglia di fragola. Una candela. Un cappello a falde larghe di colore giallo”; 3° Anna Terrenzio con l’opera “Nonno Micio”.

Nell'ambito della cerimonia, condotta dai giornalisti Laura Di Russo e Antimo Amore, sono stati conferiti Premi speciali così suddivisi: per la Narrativa Edita “Tre notturni per L’Aquila (e una lettera)” di Giovanni D’Alessandro, Ianieri Edizioni. Per la Saggistica: “Un mondo assetato. Come il bisogno di acqua plasma la civiltà” di Maurizio Iaccarino, Casa Editrice Editoriale Scientifica; “Il clima che cambia. Non solo un problema ambientale” di Carlo Carraro e Alessandra Mazzai, Il Mulino Editore; “Il buon selvaggio. Vivere secondo natura migliora la vita” di Devis Bonanni, Marsilio Editore; “Le radici della vita. Storia della fertilità della terra del mezzogiorno (secoli XIX-XX)” di Pietro Tino, Rubettino Editore; “Terra viva, architettura per evolvere, cibo per vivere, alberi per curare” di Graziana Santamaria, Casa Editrice Liberodiscrivere.

Componenti della Giuria 2016: Francesca Aloisio Direttore Legambiente Abruzzo, Edoardo De Luca Scrittore, Gigliola Edmondo Giornalista, Lilli Mandara Giornalista, Alfredo Mazzoni Docente, Ugo Perolino Docente Universitario.

Direzione Artistica: Daniela D’Alimonte e Marco Presutti.

Lettura brani dell’attrice Lea Del Greco. Accompagnamento musicale dell’arpista Benedetta De Simone, una promettente musicista appena diciottenne, prima arpa dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara.

Premio Nazionale di Letteratura Naturalistica Parco Majella. (YouTube)
articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza