Servizi
Contatti

Eventi



“I poeti non muoiono mai”:
ricordo di Marco Tornar

Lunedì 15 ottobre 2018, presso la Sala Riserva Dannunziana dell'Aurum a Pescara si è svolto un incontro in ricordo dello scomparso autore Marco Tornar dal titolo"I poeti non muoiono mai", coordinato da Claudio Tarani.

Dopo i saluti di Elena Costa, Presidente dell'Associazione Editori Abruzzesi, e le relazioni di Vito Moretti che ha delineato il ritratto del poeta Marco Tornar, e di Sandro Naglia che ne ha ripercorso la vita e le opere, alcuni dei numerosi scrittori intervenuti, tra cui Daniela Quieti, hanno espresso i propri personali ricordi dell’indimenticabile amico e letterato.

Marco Tornar (pseudonimo di Enrico Ciancetta) era nato nel 1960 a Pescara, dove è scomparso nel 2015. Ha pubblicato le raccolte di poesia: Segni naturali (Bastogi, 1983), La scelta (Jaca Book, 1996), Sonetti d’amor sacro (Tabula Fati, 2014); i romanzi: Rituali marginali (Bastogi, 1985), Niente più che l’amore (Sperling&Kupfer, 2004), Claire Clairmont (Solfanelli, 2010), Nello specchio di Mabel (Tracce, 2011), Lo splendore dell’aquila nell’oro (Tabula Fati, 2013); il monologo teatrale: Allegra per sempre (Tabula fati, 2011) e altri scritti, tra cui Errando di notte in luoghi solitari (Quaderni del Battello Ebbro, 2000). Ha curato l’antologia La furia di Pegaso. Poesia italiana d’oggi (Archinto, 1996) e tradotto opere di Henry James, Jane Alexander, Kate Field, Vernon Lee, Sigrid Undset, Constance Fenimore Woolson. Nel 2017 l’edizione ragionata delle sue Opere, curata da Sandro Naglia per Tabula Fati, è iniziata con la pubblicazione delle Poesie edite 1980-1992 e Poesie inedite 1985-2000.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza