Servizi
Contatti

Eventi



Premio Internazionale di Poesia
Teramo G. Recchiuti

Si svolge a Teramo, ogni anno, il Premio Internazionale di Poesia Teramo G. Recchiuti, un concorso che conferma nel tempo il carattere di internazionalità e la vocazione nei confronti del mondo scolastico, riscuotendo ampia partecipazione da parte di varie Istituzioni Culturali, Case Editrici per la sezione Libro Edito come pure per quella di poesia in Lingua Straniera, italiana inedita e under 18.

Il premio, ideato e organizzato dall’Associazione Culturale La Luna e dal suo presidente, il dott. Luciano Recchiuti, si svolge con i patrocini, fra gli altri, del Ministero della Pubblica Istruzione, della Regione Abruzzo, della Provincia e del Comune di Teramo, e sotto l’Alto Patronato dell’Ambasciata Americana in Italia. La serata della cerimonia conclusiva, sempre ricca di suggestivi momenti musicali e culturali, si tiene presso la Sala Polifunzionale della Provincia di Teramo.

Daniela Quieti riceve il Primo Premio nel 2008.

Daniela Quieti premiata nel 2009.

La scrittrice e giornalista Daniela Quieti ha partecipato con successo a quattro edizioni del concorso per la sezione poesia in Lingua Straniera, con liriche in lingua inglese che hanno ricevuto significativi riconoscimenti.

Nella V Edizione del Premio Internazionale di Poesia Teramo-G. Recchiuti 2008, la cui cerimonia conclusiva si è svolta sabato 15 novembre 2008, Daniela Quieti ha vinto il Primo Premio per la composizione My path (Il mio sentiero) con la seguente motivazione della Giuria: “La lirica evidenzia la corrispondenza fra i sentimenti dell’autrice e i luoghi incantati della natura”.

Luciano Recchiuti nel momento di una cerimonia di premiazione.

Scorcio della sala durante una premiazione.

Nella VI edizione del Premio, svoltasi il 30 maggio 2009, l’autrice si è classificata come unica segnalata, e, in entrambe le successive edizioni del 29 maggio 2010 e del 16 maggio 2011, ha ricevuto il secondo premio con le seguenti rispettive motivazioni: “L’amore per la propria terra è più sentito quando si vive lontano da essa. Anche in un altro paese, però, si cerca di trovar elementi comuni, quali il cielo e il mare” e “L’esperta vena poetica di Daniela Quieti regala al lettore una lirica robusta, cui si confà il contorno naturalistico. Occasione per misurare e accarezzare la propria anima con foglie e cortecce di alberi, altalene ondeggianti di frutti, rifugio di uccelli, altari di pietra e arbusti. La propria forza espressiva, infatti, ribadita a chiare lettere (“acqua vorticosa di linfa che m’irrora la vita”), le permette con tranquillità di superare le incertezze dell’esistenza (“fa vana la tenebra nella veglia di vento, nell’arteria di tronco”).

da Youtube:
Premiazione sezione Lingua straniera: Daniela Quieti.

 

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza