Servizi
Contatti

Eventi



 

L'ultima fuga
al Salone del Libro di Torino 2011

Venerdì 13 maggio 2011 al , Salone del Libro di Torino, Stand 82 della Regione Abruzzo, Padiglione Oval: in un significativo momento di scambio culturale, Daniela Quieti ha presentato con successo il suo ultimo libro di poesie L’ultima fuga, (Tracce 2011, collana “I Cammei”), con l’intervento della poetessa Márcia Theóphilo, che ne ha curato la prefazione.

da sx: il poeta e critico letterario e cinematografico Plinio Perilli, Daniela Quieti, la poetessa e antropologa brasiliana Márcia Théophilo e la poetessa Elena Clementelli.

Nella prefazione Márcia Theóphilo ha scritto: La poesia di Daniela Quieti rappresenta l’esperienza quotidiana di un’avventura dello spirito. [...] la poetessa nel dare forma ai suoi versi, si dedica, di fatto, a un lavoro sia di conoscenza che di riflessione con un’espressione sensoriale e affettiva [...] Lei tratta l’umano con il rispetto degli antichi eremiti, ma anche con la saggezza di chi fa della poesia il proprio pane quotidiano, molte volte amaro, come tutte le esperienze che non si possono condividere. Il testo è plurale, molte voci tramandano gli antichi valori che raccontano un passato perché le nuove generazioni possano conoscere, immaginare e non dimenticare. Dovendo affrontare un paesaggio sconcertante, tragico, la poetessa prende le parole che le cadono a fior di pelle o a fior di anima, come se questo paesaggio lirico venisse ad ogni istante battuto, sferzato da un quotidiano peculiare nei tratti dell’esistenzialità. Dopo la lettura del libro è impossibile non penetrare nel dolore del mondo e nella grande vitalità delle donne, nella loro capacità di resistenza e di rigenerazione della vita, di idealizzazione e di speranza.

da sx: Daniela Quieti, il poeta e critico letterario e cinematografico Plinio Perilli, la poetessa e antropologa brasiliana Márcia Théophilo, la poetessa Elena Clementelli e il critico letterario Walter Mauro.

A sua volta Daniela Quieti ha presentato l’opera Amazzonia oceano di alberi della candidata al Premio Nobel per la letteratura Márcia Theóphilo, Tracce 2011, collana “I Cammei”, con introduzione di Mario Luzi.

Nel corso dell'incontro l’editore e giornalista Marco Delpino che, nell’occasione, ha visitato lo Stand della Regione Abruzzo per consegnare a Daniela Quieti il Crest dell’Accademia culturale San Giorgio di lettere e arti.

da sx: il poeta e critico letterario e cinematografico Plinio Perilli, il Presidente del Consiglio Regionale dell'Abruzzo Avv. Nazario Pagano, Daniela Quieti, la poetessa e antropologa brasiliana Márcia Théophilo, candidata al Nobel per la letteratura e Testimonial dell'Unesco 2010 per la Biodiversità, l’editore e giornalista Marco Delpino.


articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza