Servizi
Contatti

Eventi



Premi Città di Arsita 2012

Si è svolta sabato 15 settembre 2012 ad Arsita, presso la chiesa parrocchiale situata nel cuore del piccolo centro teramano alle falde del Gran Sasso, la partecipata cerimonia conclusiva della XVII Edizione dei Premi di Poesia Edita "Città di Arsita-Gaetano Salveti", "Il Bacucco d’Oro" e "Nicola Ladislao Partenza".

La Giuria
da sx: Benito Sablone, Tito Rubini, Daniela Quieti, Luigi Orsini, Igino Creati, Enzo Lucci, Franca Minnucci.

La Giuria, presieduta da Igino Creati e composta da Valentina Ciafardone (Assessore alla Cultura del Comune di Arsita), Franca Minnucci, Luigi Orsini, Alessandro Pulini (Segretario con diritto di voto), Daniela Quieti, Tito Rubini, Benito Sablone e Antonio Sorella, alla presenza del Sindaco di Arsita Enzo Lucci, ha dichiarato all’unanimità Mimmo Locasciulli vincitore assoluto de "Il Bacucco d’Oro" 2012.

Un momento della premiazione di Mimmo Locasciulli.

Come si legge nel verbale della Giuria, nella sua brillantissima e lunga carriera artistica lontana dal facile divismo, Locasciulli, sensibile cantautore e chirurgo di fama, ha sempre testimoniato, con originale creatività e doti umane, le atmosfere esistenziali del nostro tempo, sottolineate da sapienti sfumature intellettuali e da ideali di pace e libertà.

Daniele Cavicchia, con il libro La signora dell’acqua (Passigli), ha vinto il Premio di Poesia Edita "Città di Arsita-Gaetano Salveti"; Cavicchia, nella sua opera, un poemetto di straordinaria intensità lirica, evoca un’ascesi divina che oltrepassa le inquietudini del vivere nell’afflato sublime di una "verità che non ammette repliche".

Un momento della premiazione di Nicoletta Di Gregorio.

La sezione di concorso "Nicola Ladislao Partenza" è stata vinta dalla poetessa e operatrice culturale Nicoletta Di Gregorio, la quale, tra l’altro, con il suo testo Vertigine d’acqua (Tracce), era stata già inserita nella rosa dei finalisti.

La Di Gregorio, autrice di numerose e premiate raccolte poetiche, ha apportato un contributo di particolare rilievo alla promozione e alla diffusione della cultura in Abruzzo, in Italia e all’Estero, sia con l’organizzazione di prestigiose iniziative sia nei ruoli di pluriennale Presidente della Casa Editrice Tracce nonché dell’Associazione Editori Abruzzesi.

Un momento della premiazione di Daniele Cavicchia (ritira il premio la moglie Gabriella Lasca).

Il Presidente Igino Creati, nel corso della manifestazione, ha ricordato la figura e l’opera di Gaetano Salveti a cui il premio è intitolato, come pure l’insigne critico Walter Mauro, recentemente scomparso, il quale è stato sempre vicino al mondo letterario abruzzese.

Infine Creati ha pronunciato parole commosse nei confronti del decano degli operatori culturali, Corrado Gizzi, di cui ricorreva sabato il trigesimo del decesso.

Scorcio del pubblico nella chiesa parrocchiale.

Brani tratti dalle opere vincitrici sono stati declamati dall’attrice Franca Minnucci e membro di giuria, che ha donato momenti di particolare suggestione proponendo la lettura di un testo inedito dal carteggio fra la Duse e D’Annunzio.

La manifestazione arsitana, promossa e organizzata negli ultimi anni dall’Associazione Culturale Città di Bacucco, con il coinvolgimento e i patrocini dell’Amministrazione Comunale, della Pro-Loco e dell’Associazione Sportiva Arsita, oltre che del contributo dell’Assessorato alle Politiche Culturali della Regione Abruzzo, ha visto premiate in passato note personalità, come Mario Carotenuto, Riccardo Cucciolla, Nando Gazzolo, Maria Rosaria Omaggio, Nino Frassica, Giuliana Lojodice, e gli abruzzesi Piero Mazzocchetti e Vincenzo Olivieri.

Foto di gruppo.

L’evento ha coinvolto molti cittadini di Arsita e della Vallata del Fino e ha aggregato numerosi autorevoli rappresentanti del mondo culturale.

L'interno della chiesa.
articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza