Servizi
Contatti

Eventi



A Daniela Quieti
la V edizione Premio “Frate Ilaro del Corvo”

Alla scrittrice e giornalista Daniela Quieti è stato conferito il prestigioso Primo Premio della V Edizione del Premio Internazionale di Poesia per la Pace Universale “Frate Ilaro del Corvo” dalla Commissione d’esame composta dal Direttore del Premio Dante Pierini (CLSD), Direttore Onorario Carlo Clariond, Presidente Giuseppe Benelli (Docente di Filosofia del Linguaggio, Università di Genova), Membri: Pietro Baldi (Presidente Società Dante Alighieri, La Spezia), Alessia Curadini (Direttore Casa di Dante in Lunigiana), Rina Gambini (Presidente Associazione Culturale Il Porticciolo), Mirco Manuguerra (Presidente CLSD), ha così motivato il riconoscimento: “Il lato oscuro della Forza (non è mai banale una reminiscenza da’Guerre Stellari’…) sembra imperversare sulla Storia. Ma le ali del Poeta sono sempre rivolte al cielo in Sgomenta il lato oscuro”.

Il Monastero.

Il concorso è organizzato dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi in collaborazione con il Centro Culturale “Il Porticciolo” e con la Società Dante Alighieri Comitato di La Spezia.

La competizione letteraria prevedeva la partecipazione con un’opera poetica inerente il tema generale della Pace Universale o dei grandi Valori Neoplatonici che Dante pone alla base delle tre Cantiche della “Divina Commedia” secondo l’ermeneutica sviluppata dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi: Giustizia, Amore, Poesia

Il Premio si ispira alla presenza e all’opera di Dante nel Monastero di Santa Croce in Ameglia, testimoniato dall'Epistola di Frate Ilaro del Corvo a Uguccione della Faggiuola, manoscritto autografo del Boccaccio (Codice XXIX Pluteo 8, Biblioteca Mediceo-Laurenziana di Firenze: al buon Ilaro, che gli chiedeva cosa cercasse, il Sommo Poeta riferiva laconico: “Pace, pace…” e gli consegnava una copia originale del libretto dell'Inferno da indirizzare in dedica assoluta al condottiero ghibellino. Vi si dichiara che la seconda Cantica, il Purgatorio, sarebbe andata invece in dedica a Moroello Malaspina, marchese di Giovagallo, in Lunigiana, mentre il Paradiso fu alfine assegnato alla gloria del veronese Cangrande della Scala).

La cerimonia di premiazione si è tenuta domenica 25 novembre 2012 presso il Monastero di Santa Croce del Corvo ad Ameglia (La Spezia). Nell'occasione è stata presentata la Monografia Infinite Scintille di Pace che riassume in unico corpus, commentati in modo sistematico, tutti gli interventi pervenuti in cinque anni di lavoro nel grande Cantiere ispirato alla Pax Dantis.
Nell'opera è presente, con alcuni testi, Daniela Quieti.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza