Servizi
Contatti

Eventi



XXII
Premio Internazionale di Pittura e Scultura
“Gabriele D'Annunzio”

Si è svolta il 30 novembre 2014, presso il Museo Michetti (MuMi) di Francavilla al Mare (Chieti), la cerimonia finale della 22esima edizione del Premio Internazionale di Pittura e Scultura Gabriele D'Annunzio, organizzato dall'Associazione Culturale Il Pentagono presieduta da Monié Berardino Ferrara.

Momento della conferenza stampa.
Momenti della manifestazione.

Anche quest’anno si è avuta una considerevole partecipazione di artisti provenienti da tutte le regioni italiane e da molti Paesi stranieri, con numerose opere di pittura e scultura in un'esposizione di sette giorni, dal 23 al 29 novembre 2014 al Mu.Mi.

Sono stati offerti oltre 10mila euro di premi in denaro e circa 140 premi di rappresentanza da personalità politiche, enti pubblici e sponsor privati.

Più di mille sono stati i visitatori presenti solo alla cerimonia conclusiva, alla quale hanno partecipato, fra i numerosi intervenuti, il sindaco di Francavilla Antonio Luciani, il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno, il consigliere regionale di Abruzzo Civico Mario Olivieri, il presidente della commissione Cultura del Comune di Pescara Emilio Longhi, il presidente onorario del Premio D’Annunzio Vittorio Gervasi, la madrina della manifestazione Daniela Quieti, giornalista e scrittrice, il Console Onorario del Premio D'Annunzio Massimo Pichiecchio. L’evento era stato illustrato il 10 novembre 2014 nella Sala Conferenze del Museo Michetti alla presenza, tra gli altri, di: Monié Berardino Ferrara presidente del Premio, Vittorio Gervasi presidente onorario, Daniela Quieti madrina del Premio, Ezilde Ferarra coordinatrice generale del Premio, Giulio Borrelli giornalista ex direttore del Tg1 e responsabile per anni della sede Rai di New York, Mario Olivieri consigliere regionale, Andrea Di Peco, già assessore alla Cultura del Comune di Francavilla al Mare, e Alessio Consorte curatore della mostra fotografica omaggio a “D'Annunzio & friends”.

Momenti della manifestazione.

Le opere migliori sono state valutate da una giuria formata da illustri critici d'arte.

“Nonostante le difficoltà – ha dichiarato il presidente del Premio, Monié Berardino Ferrara – siamo riusciti a organizzare anche la ventiduesima edizione con il sostegno di numerosi sponsor pubblici e privati che contribuiscono alla promozione dell’arte”.

Momenti della manifestazione.

“Il Premio D'Annunzio – ha sottolineato il giornalista Giulio Borrelli – rinverdisce una tradizione che ci impone di portare avanti la valorizzazione del nostro territorio, fatto di mare, arte e cultura”.

“Questa – ha commentato la madrina della manifestazione Daniela Quieti – è una manifestazione aggregante per le peculiarità artistiche locali, nazionali e internazionali. È una rete di espansione utile ad associare forme artistiche visive, ma non solo”.

“Le difficoltà ci sono – ha detto il presidente onorario Vittorio Gervasi – ma il Premio D'Annunzio continua a dare i suoi frutti, costituendo un trampolino di lancio per molti artisti che qui iniziano la propria carriera”.

Fra tutti i premiati, vincitori assoluti sono risultati Elisabetta Scaloni per la sezione Pittura, e Tonino Macrì per la sezione Scultura; entrambi hanno ricevuto la medaglia di bronzo istituita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Momenti della manifestazione.
 
La madrina del XXII Premio G. D'Annunzio, prof. Daniela Quieti.
articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza