Servizi
Contatti

Eventi



Divine.
Omaggio a “Giovanni Boldini e la moda”

Cristalli d’anima soffusi d’eleganza: una visione di donna

Anna Di Prospero
Divine. Omaggio a “Giovanni Boldini e la moda”
A cura di Angela Madesani
15 Febbraio-10 Marzo
Ferrara, Corso Ercole I d’Este, 3
Porto Cervo, Via Sa Conca, 8
www.mlbgallery.com

In occasione della mostra Moda e costume nella pittura di Giovanni Boldini, allestita al Palazzo Diamanti di Ferrara, la fotografa Anna di Prospero viene ispirata, in modo originale e molto intimista, dalla evidente devozione dell’artista ferrarese verso le figure femminili, ritratte sempre con grande dinamismo ed eclettismo. Le sei meravigliose fotografie (100X67 cm) immerse in una nebbia rosata che evoca e confonde, pongono in un onirico baricentro naturale la Donna, nell’eleganza sinuosa che non è mai solo stimolo estetico, ma anche richiamo ad un’interiorità appena accennata, dalla grande suggestione visiva. Anna – proprio lei – ha scelto di fotografarsi celando il volto, sovente coperto da un braccio, o ritratto di spalle. Lo sguardo è solo immaginato, o raccontato (in)visibilmente attraverso una storia che l’osservatore è spinto, empaticamente, a creare nella sua mente. Una storia, infinite storie. Come accade in una delle foto più belle, L’incontro: qui le dita di un uomo sembrano voler confortare, proteggere i sentimenti velati di una ragazza che si lascia avvolgere dall’incanto, da una pace che sembra diventare per lei balsamo contro un lieve dolore.

Scrive la Madesani a proposito della mostra: “quelli di Anna di Prospero non sono mai ritratti, la sua rappresentazione della donna, di se stessa, di chi le sta accanto, non è così diretta, anzi. […] Boldini guarda le donne, le ammira, se ne innamora. Di Prospero ha guardato a se stessa, si è osservata, studiata e quindi si è trasformata magari indossando un lungo abito rosso, senza tempo, si è messa in una posa che in altre circostanze non avrebbe assunto”. L’artista si è procurata appositamente il vestiario per dar vita al progetto, attraverso approfondite ricerche, a differenza di ciò che è accaduto per altri lavori, nei quali ha utilizzato abiti che fanno parte del suo guardaroba. La scelta dei tessuti, la loro leggerezza, la sinuosità delle pieghe riecheggiano amabilmente la raffinatezza delle stoffe rappresentate dal Boldini. Non si tratta però solo di casualità stilistica, poiché ciò che Anna indossa riflette, in maniera spontanea e mai artificiosa, la bellezza della sua anima che traspare in ogni singolo scatto. La luce, morbidamente, completa il quadro. Tolstoj scrive, a proposito dell’incontro tra Vronskij ed Anna Karenina: “scese, evitando di guardarla a lungo, come si fa col sole, ma vedeva lei, come si vede il sole, anche senza guardarla”. Osservando le opere della Di Prospero, il cuore è preso d’assalto dalla stessa sensazione. La luminosità, dolce, degli ambienti esterni, rispecchia la volontà della fotografa di lavorare, a differenza di Boldini, in luoghi aperti in cui è perfettamente a suo agio e, come afferma lei stessa, “libera di sperimentare”.

° ° °

Divine è una mostra da visitare, in un’atmosfera molto confortevole e particolare come la splendida Mlb home gallery, sita in Corso Ercole d’Este a Ferrara. Una possibilità da cogliere, per conoscere una straordinaria artista, già vincitrice di premi fotografici importanti quali il People Photographer of the Year all’International Photography Awards.

Anna Di Prospero nasce a Roma nel 1987. Ha studiato fotografia presso l’Istituto Europeo di Design di Roma e la School of Visual Arts di New York.

Pomeriggio in giardino (stampa inkjet fine art 100X67)
Le rose (stampa inkjet fine art 100X67)
L’incontro (stampa inkjet fine art 100X67)
rubrica


Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza