Servizi
Contatti

Eventi



Ho visto per voi

Diana Polo, Sinfonie di sguardi

Su indicazione del pittore ed amico Orlando Poggi sono andato a visitare la mostra “Sinfonie di sguardi” dell’artista Diana Polo al Centro A. Berti di Sesto Fiorentino.

La mostra inaugurata il 9 settembre 2017 si è chiusa il giorno 23 settembre, purtroppo non ho potuto incontrare l’artista per scambiare le nostre idee sull’arte che lei interpreta a tutto tondo, eccellendo, a mio avviso, nella scultura e nella grafica, anche se interpreta con grande sensibilità anche la pittura,

Dal suo pieghevole, in parte riportato, ho tratto l’opinione di Laura Catelani su Diana Polo, che riporto: “I suoi lavori trasudano emozioni, afferrate e fissate in un istante senza tempo. …La sua forza emerge in ogni piega, in ogni segno, e non lasciano l’osservatore indifferente. La sua natura artistica versatile ed innata, unita alla personalità irrequieta, fanno di Diana un’artista veramente originale.”

dal Pieghevole
 
Seduzione, foto dell'autore.    
Scorci dell'insieme della mostra dell'autore.
Il pittore Orlando Poggi in un selfie alla mostra.
Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi.
 
Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi.

Visitando il suo sito web (dianapolo.weebly.com) ho potuto ricavare in parte il suo pensiero che è importante per capirne le motivazioni, essa afferma che “…dipingo perché l’arte è una parte di me. Ci sono persone che per esprime sentimenti…utilizzano un foglio e una penna, altri si servono di un pentagramma e di uno strumento musicale;…” . E prosegue affermando come la matita sia per lei una compagna di vita, un mezzo sufficiente per cercare l’equilibrio tra materia e spirito.

Certo è che i suoi lavori spaziano in ogni direzione artistica, con una potenza espressiva che eccelle, a mio avviso nella scultura, forse perché questa forma artistica non è nelle mie potenzialità espressive.

Perché sono stato spinto a visitare tra la moltitudine di mostre fiorentine proprio questa, vi domanderete? Perché Orlando Poggi, conoscendo il mio interesse per il “serpente”, su cui sto redigendo un saggio, modesto per la mia portata, mi aveva invitato a vedere la sua scultura “Seduzione”, esposta durante la Mostra dell’Artigianato alla Fortezza da Basso a Firenze.

Questo è stato sufficiente per spingermi fino al Centro A. Berti a Sesto Fiorentino, per godendomi questa bellissima mostra, alla quale, non avendo nessun titolo per esprime una critica, aggiungo solo il mio “like” ed i complimenti a questa artista, che, dopo averla conosciuta nella sua semplicità, mi è entrata nel cuore.

Non aggiungo niente a quello che altri hanno scritto sul suo lavoro, se non la gioia di averla conosciuta sia di persona che tramite le sue opere.

Gianni Calamassi ottobre 2017

Foto 1 - Locandina

Foto 2 – Dal Pieghevole

Foto 3 – Dal Pieghevole

Foto 4 – Dal Pieghevole

Foto 5 – Dal Pieghevole

Foto 6 – Dal Pieghevole (se possibile porre su due file con l’indicazione Dal Pieghevole)

Foto 7 – “Seduzione” foto dell’Autore

Foto 8 – Scorci d’insieme della mostra, foto dell’Autore

Foto 9 – Scorci d’insieme della mostra, foto dell’Autore

Foto 10 – Scorci d’insieme della mostra, foto dell’Autore (se possibile su due file senza didascalia ad esclusione di “Seduzione”)

Foto 11 – Il pittore Orlando Poggi in un selfie alla mostra (da sola con sotto le altre su 2 file senza didascalie)

Foto 12 – Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi

Foto 13 – Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi

Foto 14 – Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi

Foto 15 – Scorcio d’insieme della mostra, foto di Orlando Poggi

rubrica


Literary © 1997-2017 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza