Servizi
Contatti

Eventi






Gabriele Finotti
l'autore del Progetto "Caos Duemila"

Gabriele Finotti, dottore in farmacia, nel 1990 ha fondato con Alessandro Chiesa la rock band Misfatto e per la casa editrice Zona e l'etichetta Level 49 ha pubblicato "Caosduemila", un viscerale connubio tra musica e poesia, frutto di anni di sperimentazione e ricerca, presentato sabato sera [8 dicembre 2008] alla Libreria MelBookstore di Roma.

A Caosduemila. Poesie dal futuro per il presente passato hanno preso parte Fiordaliso, Fioretta Mari ed Enrico Ruggeri.

“Il progetto – rivela a ClandestinoWeb Gabriele Finotti – nasce come un discorso in cui chi fruisce di questo lavoro diventa sia ascoltatore che lettore: unisce le due forme senza essere guidato e pilotato. “Caos 2000” è una manifestazione sia in musica che in parole di questo inizio millennio: il vero connubio sta in questo. Dall’inizio della lettura e dell’ascolto uno riesce a cogliere il punto in comune fra la poesia e la musica”.

Sei d’accordo nel definire alcuni cantautori poeti in musica?

Sono d’accordissimo: il mio percorso artistico è legato a livello underground al rock ‘n’ roll. Il progetto è nato anni fa, un lavoro di squadra; io sono un cantautore, autore di musica ma non sono il cantante: c’è una voce maschile (Alessandro Chiesa) e una femminile (Melody Castellari) e io sono un po’ il regista dell’operazione.

Dottore in Farmacia: sembra apposta per dire che la poesia non ha un campo predefinito ed esclusivo…

Tutti siamo un po’ poeti: a vent’anni ho scelto questa università ma non ho perso l’amore per la musica e la composizione. Inoltre nel volume ci sono molte storie che parlano anche di scienza: aver praticato sul campo questa strada ha contribuito all’opera.

Il cammino di poeta e musicista è stato parallelo oppure l’uno ha preceduto l’altro?

È stato duro ma parallelo: non sempre sono andati di pari passo. Molte volte nel modo di comporre si scrive una poesia e non si riescono ad adattare i testi o al contrario: il percorso è stato parallelo ma ha coinciso in questo lavoro pronto già tre anni fa, ma non era ancora al momento per la pubblicazione. La partecipazione di nomi conosciuti e di un direttore artistico ha reso musicale e ancora più ascoltabile il lavoro.

Com’è nata appunto la partecipazione di Fiordaliso, Fioretta Mari ed Enrico Ruggeri?

Il lavoro è l’unione fra la casa editrice Zona e la Level 49, etichetta discografica di Lodi, che ha nominato Lorenzo Flori come direttore artistico che ha razionalizzato tutte le parti compositive trascinando anche Ruggeri che ha avuto una partecipazione poetica alla fine di “Caos 2000”, mentre con Fiordaliso e Fioretta Mari è stata una conoscenza professionale. Voglio sottolineare che comunque personaggi di un certo calibro non partecipano se non apprezzano il lavoro”.

In: Clandestino Web
8 dicembre 2008


rubrica


Literary © 1997-2022 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Cookie - Gerenza