Servizi
Contatti

Eventi


Un tripudio d'immagini che ritraggono paesaggi prevalentemente marini ora distesi sotto la luce meridiana, ora in quella tremolante del crepuscolo. Si legga questa efficace descrizione dal verso piano e dall'intonazione narrativa: «Il temporale veniva da lontano, | si udivano tuoni. | Qualche lampo tagliava l'orizzonte, | nubi nere, basse sull'oceano, | avanzavano minacciose verso terra | serena ancora per coda di sole | che sfiorava rocce e mura | schierate contro il vento di ponente». Non tutte le poesie di questa silloge hanno un andamento così chiaro ed esplicito, soprattutto quando il poeta si addentra nei misteriosi e profondi significati dell'esistere, così a esempio nella «Tomba del tuffatore» che si rifà al famoso affresco del tuffatore nel museo di Pestum: «Si tuffa nel suo abisso | in cerca della luce ...cerca il divino sguardo luminoso | dove l'Uno e il Tutto sono in eterno». Nella poesia «Lo scoglio e il gabbiano» si paragona il poeta al gabbiano che si leva alto sullo scoglio «sfida cumuli e cirri» per tornare «nel punto da dove era partito». Un salire e scendere di nuovo sula terra. Altrove, sul far della sera la natura invita alla preghiera: «La luce del crepuscolo sul mare, | Sfiorata appena dalla solitudine, | Rabbrividisce e invita alla preghiera».

Nella natura il poeta vede la presenza del divino alla guisa dei Romantici soprattutto tedeschi, donde i riferimenti non facilmente decriptabili, ma egli canta anche l'amore a cui dedica l'ultima sezione, amore per la donna amata da sempre: «Siamo insieme da molto tempo ormai. | Con legna secca teniamo acceso il fuoco della nostra intesa ...» per concludere: «Ora che gli anni portano | le profonde e quiete rughe del saggio | amiamo la fiamma bassa che perdura». Molto vi sarebbe da dire su questa poesia dai plurimi significati che tende a esprimere nella metafora la segreta essenza delle cose. La scorrevolezza del verso, la nitidezza delle immagini, il frequente impiego della metafora che nasconde arcani significati sono un invito alla lettura e alla riflessione.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza