Servizi
Contatti

Eventi


Puccini e la servetta innamorata: che storia!

Giancarlo Micheli ha quarant'anni e scrive da quando ne aveva venti. Ha pubblicato racconti e raccolte di poesie ed ha scritto quattro romanzi. Il primo ad essere pubblicato, dall'editore Mauro Baroni, è Elegia provinciale, un tuffo temporale nel primo decennio del '900, quando Giacomo Puccini era assorto nella composizione dell'opera La fanciulla del West e arrivava a Torre del Lago a bordo della sua automobile De Dion Bouton. E' il tempo della triste vicenda del casto amore della servetta di casa Puccini, quella Doria Manfredi che, ferita dalle accuse della moglie del maestro, donna Elvira, si tolse la vita nel gennaio del 1909. Ne seguì una causa giudiziaria, anche perché l'autopsia rivelò che Doria era illibata.

Nel libro Micheli individua l'elemento scatenante del suicidio di Doria nella scoperta del rapporto sensuale tra Puccini e la cugina della giovane domestica, Giulia Manfredi. Questa storia ha acceso la fantasia degli autori di film e sceneggiati televisivi dedicati alla vita di Puccini, ma Micheli la racconta con grande delicatezza, facendo rivivere l'atmosfera del tempo e mostrando comprensione umana. Per dirla con le parole dell'editore, restituisce a Doria, eterna sconfitta, «vita e dignità, e quell'abbraccio che meritava». Il romanzo si legge con grande interesse per la mole di informazioni che contiene e per la capacità dell'autore di far rivivere quello scandalo che quasi cento anni fa divampò nel microcosmo torrelaghese.

Lo stile di Micheli è ricercato, forbito e letterario, con accensioni poetiche. Un libro intenso, che sarà presentato pubblicamente sabato alle 16,30, nella sala di rappresentanza del palazzo comunale.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza