Servizi
Contatti

Eventi


Da Firenze alle stelle per Vanna Bonta

La plaquette Da Firenze alle stelle, omaggio alla poetessa, attrice e giornalista scomparsa Vanna Bonta, è un’ulteriore testimonianza del sentimento di amicizia coltivato dall’animo sensibile di Giancarlo Bianchi che, per un’altra amica e poetessa fiorentina scomparsa, Duccia Camiciotti, ha prodigato attenzione e affettuosa memoria.

Un omaggio, quello per Vanna, che Giancarlo vuole tributare a una donna speciale, dalla creatività multiforme (fu anche musicista, autrice di soggetti cinematografici, inventrice di congegni spaziali …) ma soprattutto dall’animo vibratile ben accordato ai sensi amicali dello spirito di Bianchi.

Da Firenze alle stelle ripropone quasi identico il titolo di un evento letterario dell’aprile 2010 curato da Michael Musone per celebrare l’anniversario del primo uomo nello spazio, evento durante il quale Vanna Bonta era presente con un suo discorso celebrativo che si può anche oggi leggere nel Blog dell’amica poetessa e giornalista Carmelina Rotundo…

Ancora l’amicizia, dunque, che Bianchi celebra nelle diciannove pagine della plaquette, convocando amici a ricordare l’amica scomparsa.

Così, noi possiamo leggere le testimonianze di Carmelina, di Anna Balsamo, di Lilly Brogi, di Beatrice Bausi Busi e di Sergio Rinaldelli presente con le sue traduzioni della significativa leggenda indù e delle poesie di Vanna… e ci confermiamo del forte sentire di Giancarlo che, anche nelle due pagine diaristiche (la pagina 4 e la quarta di copertina ) cita il poeta e mentore Adolfo Oxilia e l’amica collega e astronoma Maura Tombelli … tutto questo perché Bianchi è convinto , come afferma il detto di Bacone, che l’amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce a metà, abbattendo distanze e ogni barriera temporale.

Anche la morte.

Campi Bisenzio, 5 aprile 2016

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza