Servizi
Contatti

Eventi


L'amicizia di Silvio Pellico con il conte Federico Confalonieri

Silvio Pellico aveva conosciuto il conte Confalonieri a Milano nel 1816, ma la stima e l’amicizia reciproche si rafforzeranno all’interno del carcere dello Spielberg, in cui il Pellico sarà rinchiuso dal 1822 al 1830 e il Confalonieri dal 1824 al 1836. Le lettere che i due amici si scambieranno, dopo l’uscita dal carcere, sono la testimonianza di un’amicizia profonda e sincera che si mantiene negli anni, nonostante le difficoltà prima della prigionia e poi per il Confalonieri dell’esilio negli Stati Uniti e in Francia.

Nobile milanese, finanziatore insieme al conte Luigi Porro Lambertenghi della rivista "Il Conciliatore", Federico Confalonieri aveva creato, infatti, la setta segreta dei Federati per lottare contro la dominazione austriaca. Arrestato, dopo le confessioni di Giorgio Pallavicino, venne condannato a morte, ma, grazie ad una petizione firmata da molti esponenti dell’aristocrazia e dall’arcivescovo di Milano, la sua pena venne commutata in quella del carcere a vita.

Liberato dallo Spielberg nel 1836, venne deportato negli Stati Uniti. Rientrato a Milano grazie ad un’amnistia si sposò, in seconde nozze, con la nobildonna irlandese Sofia O’Ferral. Nel 1830 era morta, infatti, la prima moglie di Federico Confalonieri la contessa Teresa Casati che aveva compiuto diversi viaggi a Vienna per ottenere dall’imperatore austriaco prima la revoca della condanna a morte e poi condizioni di prigionia meno dure per il marito.

Il Confalonieri morirà nel 1846 in Svizzera durante un viaggio di rientro in patria, ancora relativamente giovane, visto che era nato a Milano nel 1785, il Pellico morirà, invece, a Torino nel 1854 presso la casa della marchesa Giulia Falletti di Barolo, dove lavorava ormai da tempo.

A noi oggi restano ancora, però, le loro lettere a ricordo di un’amicizia salda e di lunga durata…

Anobii.it

Materiale
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza