Servizi
Contatti

Eventi


Quinta raccolta di questa originale poetessa e artista, arricchita da alcune immagini di Giorgio Chiesi, organizza i suoi testi secondo il succedersi delle lettere nell'alfabeto inglese: si apre con la A di «amore» e con quattro testi, uno sull'alfa e l'omega, uno su "Amore e morte", uno su "Odi et amo" e uno che interpola versi danteschi su un amore cortese piuttosto fagocitante intitolato "AaaaaaaanimmmM".

E così via, in maniera sfrenatamente ludica, dalla B di "Ba ba ba ba ba ba" che va a «Baciamo piccina» etc. etc. e al bacio di Giuda e a quello di Paolo e Francesca, fino alla Z del testo eponimo che scivola verso la definizione logico-matematica di tale importante numero, «Fattore d'annullamento | del prodotto | & della norma».

Ecco allora che lo zero è eletto a nume della raccolta, così palazzeschiana nel suo tono dissacratorio, probabilmente anche come propaggine dell'impegno civile altrove esplicitato dalla poetessa (penso alla raccolta Candidi Asfodeli Vezzose Ortiche) laddove essa vuole sottolineare l'importanza di non farsi irregimentare (il modello potrebbe essere il tipico pazzo shakespeariano al quale si permette di dire la verità confidando che non verrà creduto) per mantenere una autonomia di espressione, e una non facile localizzazione.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza