Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. La nota di Raboni è illuminante; una traccia: ‘in una poesia, si sa, il tempo non esiste’ (frase staccata dal più completo contesto). Quindi, il libro superficie eterna e presente? e cos’è che in Ruffilli identifica lo stile? La scrittura è riprodotta in altra forma/idea: il segno si riconduce entro versi perlopiù brevi, e l’intuizione arriva inattesa: ‘Astro, folgore, cometa’ (p. 23). Sembra quasi che le parole, pur prese in una quotidianità perfino ovvia, acquistino inedito spessore e, secondo l’identità dell’autore, abbiano coscienza del ‘correre | di tutto a un punto morto’ (p. 61): perciò le rime ‘casuali’ e le sospensioni o estremi enjambement servono a integrare l’immaginazione con l’aspetto documentario.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza