Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. La storia letteraria del Novecento (e oltre) dovrà tener presente Cara come un autore che ha conferito alla poesia la purezza originaria con un processo linguistico in più casi progressivo e in virtù dell’intima scaturigine, di una fantasia verbale sviluppata spesso per germinazione: è nella prassi una ‘misteriosa’ nascita e traduzione dell’idea in parole. Accettiamo i diamanti dal taglio perfetto di certe sue intuizioni: ‘sfere fugaci’ (p. 17) o ‘Dio sempre più insondabile’ (p. 28). Le tre parti in ‘prosa’ seguono la stessa materia creativa e spirituale ‘in mezzo a ruderi, tarli, icone’ (Il cadere della sera, v. 14).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza