Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Interessante romanzo d’esordio della giovane scrittrice (è nata nel 1978); l’idea è: trasportare l’immaginario in luoghi reali — di fatto, Inishmaan (isola) esiste. Ciascuno, è quasi certezza, porta in sé ambienti idealizzati, spesso legati a impressioni d’infanzia. Ma il progetto di quest’opera trova riscontro in qualche frammentaria realtà se si accoglie il principio di natura, in cui la morte rappresenta origine e ritorno (p. 106). Inevitabile che non poche pagine siano intrise di poesia: le storie che Roger racconta sono conferma che la scrittura, la sua resistenza (p. 57), si concretizza sul piano individuale, ma va dentro e oltre la materia.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza