Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Cara è probabilmente un caso unico nel mondo delle lettere (poesia): si ha la tentazione di indicarlo come ‘fenomeno’ poiché – a differenza di tanti altri pur bravi autori – egli crea i nessi parola-scrittura da una inesauribile fonte di idee, figure e costrutti che vivono spesso in un’aura atemporale, avendo rari riferimenti storici o attuali – per esempio Schiele (La bocca di Egon). Se Auden (p. 63) afferma che ‘la poesia non fa avvenire nulla’, qui invece gli ‘accadimenti’ sono costanti nel tessuto verbale. Questo ‘entusiamo fonetico’ (Illimitabile madre) invade ogni verso, non relegato per forza a un senso, ma sviluppandone di suoi. Ciò dimostra che la poetica di Cara è più di semplice cultura, più di invenzione: è universo autonomo e inimitabile.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza