Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. In questa linearità di scrittura (arte difficile, ma qui realizzata con perizia) si profila una vicenda ‘frutto di fantasia’ (p. 2), che però balza realmente viva; si potrebbe azzardare un nome: M. Duras. Il lago – per l’incipit manzoniano cfr. p. 51 – è un fondale ‘attivo’ di fronte al quale persone e sentimenti acquistano rilievo, in spunti paesaggistici efficaci nella loro brevità, es. a p. 33 ‘Le montagne si scoloravano’ e ss. E vanno considerate pure le frasi che introducono al romanzo, specialmente quella dall’Antigone di Sofocle, poiché fornisce la chiave per ‘capire’ le azioni di un serial killer. La suspense tocca un acme nel capitolo Diciassette. Due poesie, originali anche sotto il profilo lessicale, aprono e chiudono la storia.

Recensione
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza