Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Fedele ai suoi princpi, l’autrice usa le rime a uno scopo tutt’altro che tradizionale. Se pensiamo che con E. Sanguineti ha avviato la nota rivista Bollettario, gi individuabile un percorso d’avanguardia, per non fine a s stesso, come sovente accaduto con altri autori puramente sperimentali. Ed proprio la rima (anche in omeoteleuto), strumento classico per eccellenza, a scardinare un sistema in cui tutto sembra lecito ma niente veramente libero. Un particolare elemento paragrafematico ricorda un simbolo del linguaggio di sintesi – (: – mentre il lessico riprende parole meno note (es. guaime, p. 41) e troncamenti singolari: ‘s’ spent’appestat’ammarat’accecato’ (p. 51). Chiede la Cavalera: ‘(: pu esserci un sogno sopra il dirupo?)’ – probabilmente un incubo, da cui ci salvano la fantasia e l’ironia.

Recensione
Literary 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza