Servizi
Contatti

Eventi


Poesia. Che poesie siano denominate studi è indicativo della loro struttura, più complessa e forse aleatoria nei confronti di testi revisionati e definiti: da ciò una libertà formale che presenta passaggi non codificati. Gli ‘studi’ di Zanin sono ‘su una città perduta’ (I-VII) e ‘per un ritratto’ (VIII-XII). L’articolazione porta sé figure di un divenire descrittivo-rievocativo che si riproduce nell’istante della sua nuova creazione, poiché tale è la parola. La lontananza da vincoli normativi conduce a più profondi strati di coscienza (VIII), alla natura come umana aspirazione (IX).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza