Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. Un romanzo si considera tale – tecnicamente – oltre un certo numero di pagine, ma non sempre è così. Il convento e la mezzana è un romanzo, che condensa certi eventi senza disperdere i particolari, dai quali si evince la capacità espressiva di un narratore. Paragrafi, brevi e a volte incisivi, come l’inizio, essenziale nelle sue implicazioni: ‘Sei partito’. Pure il discorso diretto tende a inserirsi secondo la dinamica del testo. Né manca il linguaggio traslato: ‘Una serpe avvolta attorno a un pensiero mai del tutto concretato’ (p. 13); o quello poetico, per es. nel finale (da ‘Scorgerete una sfera’). La trama non è per lettori disattenti: ammirevole vi appare l’invenzione linguistica, il segno, portatore di ulteriori possibilità.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza