Servizi
Contatti

Eventi


Il segreto di Dafne

Poesia. Il tema mitologico (Dafne trasformata in alloro) è correlato al tipo di versificazione, quasi sempre endecasillabi, rari il quinario, il quadrisillabo e il trisillabo. Una tecnica che si avvale di ogni strumento o fenomeno metrico: dialefe “lucente a riflettere la luce” (I); diesinalefe “all’oscillìo intrepido del vento” (I); ipermetria “Pallido sole di acerba primavera” (XVI); sistole “giocando sui rilievi delle lèsene” (XXV) — in un contesto di versi sciolti con clausola piana, meno frequente sdrucciola o tronca. Il lessico è tendenzialmente alto: “Ecolalia del dubbio, silenziosa” (XI).

Del poemetto le quarantatré parti più Epilogo si dispongono con un’architettura solida, da cui scaturiscono numerose varianti secondo un’affinità costante dove la tematica, partendo dal concetto centrale, procede verso la conclusione con una specie di climax o di incalzante continuità che unisce significato e ritmo. Anche l’inesprimibile affiora, in una immedesimazione nella natura che approfondisce le percezioni per restituirle in piena luce attraverso la parola.

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza