Servizi
Contatti

Eventi


La voce di dentro

 

Poesia. È certamente la voce interiore del poeta che riflette in sé il mondo e lo rivela con la parola: e con una poetica che si affida anche alla memoria, tempi e luoghi che furono (Lungo i monti). Ma la parola si amplia, perviene a spazi elevati: “Sono suoni, ombre, luci | che si accendono e si spengono” (Sogni). Dunque non solo ciò che è presente, ma l’assenza, quando tutto sembra inerte e la poesia lo vivifica (Nell’abbaglio di fuoco).
In taluni tratti si dispiega una forza icastica implicita nel verbo, con una mirabile progressione descrittiva (L’alba). Se incontriamo il contrasto con la natura (Lungo la strada nera), è proprio nella natura che si ritrova l’ispirazione genuina, il senso del nostro essere, con un amore che il poeta ha ricevuto dal padre “primo maestro” (Lo spirito e il corpo).

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza