Servizi
Contatti

Eventi


Angela Ambrosini
Poesia. La silloge Nelle fessure del senso (pp. 13-38) di Angela Ambrosini presenta, secondo R. Tommasi, una dilatazione del linguaggio ermetico; ma, diciamo noi, con infiltrazioni liriche, la cui fantasia, trattenuta da una forma saldamente composta, trae linfa vitale da un retroterra classico: ‘silente e querula’ (Madrigale), titolo e diade che ne certificano l’ascendenza. L’ermetismo sta dunque, almeno in parte, nella sintesi: ‘grumo di boschi, pietraie e onde’ (Vecchia casa in Dalmazia) — ecco delineato con un minimo di elementi un particolare paesaggio; questa precisione sintetica talvolta trasforma la materia in purezza minerale: ‘luce di cristallo tra le pietre | del tempio’ (Tramonto al tempio di Debod). Breve e intensa silloge dunque, la cui presa emotiva verificata al ‘lume dell’eterno’ (A mia madre).

Recensione
Literary 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza