Servizi
Contatti

Eventi


Narrativa. La malattia con le sue conseguenze dovrebbe farci riflettere sulla precarietà dell’essere umano: per ogni individuo sembra ci sia un destino diverso, non sappiamo se predisposto o accidentale. Quanto afferma il Dalai Lama (p. 4) è da tener presente: non pochi sono coloro che “muoiono come se non avessero mai vissuto”. Ora, il romanzo di Astolfi ci fa seguire passo per passo il decorso della malattia cui il titolo allude per assonanza — ma per fortuna il presagio non si è verificato. Una prosa sorvegliata, eppur libera e spontanea, che descrive gli eventi con piena consapevolezza, quasi un ‘vademecum’ per chi dovrà affrontare la stessa esperienza. Al di là di ogni possibile ‘letteratura’ l’autore ci ricorda che “Ognuno di noi ha la propria, di storia, e questa, per chi la vive, è l’unica che conta veramente” (p. 85).

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza