Servizi
Contatti

Eventi


Nella lettura di questa raccolta s’avverte subito una spontaneità curata dove chi ama la poesia può ritrovare il proprio giaciglio e stendere se stesso con spiccata emozione. Il poeta prende il passato tra le mani, raccoglie anche le briciole, è troppo prezioso il tempo della sua vita e i particolari diventano, sono, la spiritualità, la luminosità della coscienza, la sua sensibilità, la sua umanità con accanto la poesia come dono, privilegio; l’importante è accorgersi, capire e vivere tutto ciò con intensità estrema.

L’autore è anche però cosciente che il tempo più lungo lo ha già vissuto, quindi guarda con consapevolezza “il resto del giorno”, il resto della vita offrendo a se stesso tutto ciò che l’esperienza del suo cammino su questa terra ha posto dentro e intorno alla sua persona. Smuove i giorno come anelli di una lunga catena, anelli che strofina per un brillio trasparente dove si può leggere una sua istintiva realtà impreziosita dalla semplicità delle cose usando un lirismo scorrevole che rende la poesia delicata e di immediata comprensione nei concetti.

L’espressione di Emilio Gallina si introduce in una memoria fervida che a momenti pare leggera confessione, morbida e leale, lo sgomento, se c’è, è celato, semmai s’incontra la malinconia pacata, scandita con pudore, con dolcezza. Emergono i dubbi, anche, dentro domande che non trovano sempre certezze nelle risposte, proprio come racconta questa nostra provvisoria vita.

finir di settembre 2008

Recensione
Literary © 1997-2020 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza