Servizi
Contatti

Eventi


Vogliamo inoltre segnalarvi una sagace commedia di un'altra autrice locale, la giornalista pubblicista Noemi Ruth Israel. Tertium non datur è una vivace piéce teatrale ricca di divertenti equivoci ambientata nel milieu dell'agiata borghesia ebraica triestina. I tre personaggi principali, il professor Teodoro cattedratico di letteratura italiana, il suo assistente Vicky e la figlia di Teodoro Glicine sono coloro che fondamentalmente tirano le file della commedia.

L'anziano professore sta lasciando l'istituto per godersi la pensione nelle mani del suo assistente Vicky, quarantacinquenne impenitente scapolo con una vita dedicata interamente alla carriera accademica. Glicine è una vivace quarantenne seppure infelicemente sposata con un marito in stato neuro-vegetativo. L'azione della commedia si svolge in una casa di San Lorenzo in Carso, dove i tre si trovano a passare un paio di giorni insieme.

Teodoro è molto legato alla figlia e si diaspiace per la sua disgraziata situazione esistenziale, e Vicky è sottilmente attratto da Glicine. Veloci scambi di battute infarciti di citazioni latine che sono una forma di comunicazione diretta tra i tre, numerosi cambi di ambiente e inattesi colpi di scena fanno scivolare via la commedia della Israel fino all'immancabile happy ending che non vi vogliamo svelare.

I dialoghi sono orifinali per nulla scontati, rivelando una decisa capacità introspettiva dell'autrice. Altresì coraggiosa nel difendere il diritto alla felicità della sua protagonista Glicine. L'autrice di questa breve drammaturgia si è già distinta in passato per numerosi premi letterari. L'ultimo in ordine di tempo è il premio per la scrittura teatrale al Concorso internazionale di arte "Mecenate".

Recensione
Literary © 1997-2019 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza