Servizi
Contatti

Eventi


Meriterebbe una più accurata, approfondita osservazione la prefazione del libro. La professoressa Tamás-Tarr Bonani, titolare della Casa editrice, in effetti, più che con una prefazione, è con una dissertazione, quasi un’accademica prolusione, dai contenuti elevati, che sollecita il lettore. Lo predispone a degustare, letteralmente, un’esternazione artistica lodevole.

Il tema amoroso trattato è struggente. Schietto sentimento d’un uomo elargito alla sua donna, amante-moglie-anima pura, precocemente defunta. Non è la riproposta del dolce stilnovo proprio per il fatto che la donna, nell’occasione, non assurge a vacuo simbolo spirituale sic et simpliciter, idealizzato. Bensì la donna è entità realmente sovrannaturale. L’Angelo prende forma non dall’idealità del corpo, irraggiungibile, intoccabile, ma corrisponde ad un amore vicendevolmente vissuto, prima; eppoi sublimato nel ricordo effettivo.

E ora sei là... dove nessuno può tornare” (p. 17), che titola sia la silloge che la relativa poesia, è un rimando all’eternità. Richiamo alla luce, visto che il buio costituisce costante presente dell’autore: “...1’Angelo della Sera distende un’ala” (Nell’ora del vespro vaga..., p.18). La metafora d’un incommensurabile amore diviene realizzazione estetica già nell’osservazione elementare dei ciclo clastico della Natura: “L’oro spoglio dell’autunno incipiente | trèmula sui rami” (p. 28). Circostanziata scaturigine dell’ulteriore riflessione che proietta la sguardo (leggasi: la mente) “oltre le cime dei cipressi. | Per cercare te... | Per volare da te... | Nel sole!” (p. 29). Eccola la luce, così la ritrova il poeta.

In “Tanti e tanti anni fa...” (pp. 24 e 25) Pennone si afferma parafraste di Edgar Allan Poe – da “Annabel Lee”. Il gesto, emulo dell’eccellente letterato, è emblematico del privilegio col quale un marito-poeta innamorato pazzo della sua donna-moglie defunta cerca di renderle adeguato omaggio.

 
Recensione
Literary © 1997-2017 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza