Servizi
Contatti

Eventi


Painting and Sculptures con Simon Rackham

Sabato 10 marzo 2007 è stata inaugurata, presso lo spazio espositivo di Villa Bandini in Firenze, una mostra personale di pittura e scultura dell’artista londinese Simon Rackham. La mostra, dal titolo Paintings and sculptures (with music) era organizzata dal Centro d’Arte Modigliani e curata dal suo Presidente, Roberto Cellini.

Rickham, nasce a Londra nel 1964. Dopo avere frequentato studi di educazione artistica viene ammesso alla "Royal Academy of Music" dove studia composizione e corno francese. In seguito lavora come performer e musicista per il Royal National Theatre, compone musica moderna e varie opere teatrali, rappresentate all’estero e in Inghilterra. Nel corso della serata era infatti prevista una performance musicale dell’artista.

Roberto Cellini ha iniziato la presentazione con riferimenti a H. Moore e F. Bacon, tracciando un percorso critico ed esplicativo delle opere di Rickham, entrando nel merito dei quadri e delle sculture e nel senso giocoso che producono. Ha parlato poi della semplicità che sprigionano.

…(…)… Rickham ha interpretato il senso ludico della vita con semplicità, infatti sia nei paesaggi che nelle figura si avvale sempre delle forme più elementari. E’ riuscito a far apprezzare le sue sculture perché sono anche delle ceramiche molto graziose, come si può osservare nell’opera Il volo di Icaro”. La cultura monotematica che si trova al centro della prima stanza rappresenta un museo mobile, composto da cento piccoli pezzi infilati su dei supporti in legno. Il senso di questa singolare opera è il riuscire a rimanere nell’immaginario collettivo, un qualcosa, diciamo da poter trattenere e portare dentro. L’uomo e la donna sono rappresentati sempre giovani, anche il sesso maschile e femminile che lui porge nelle sculture esula da un discorso di Eros …(…)…

Roberta Degl’Innocenti, del Consiglio Direttivo del Centro d’Arte Modigliani, si è anche lei espressa sulle opere.

…(…) Rackhman è un artista versatile e lo testimoniamo le diverse attività artistiche alle quali si dedica. Forme geometriche, dense di colori vivaci e frizzanti, nei quadri, in un’ariosità che è anche armonia…(…)… Inizio con la scultura della nicchia, normalmente riservata ad un’opera d’incipit alla mostra, in questo caso “Il volo di Icaro”…(…)… il personaggio è abbozzato, la sua figura ha linee essenziali, idealmente si unisce, a mio parere, al quadro azzurro per un anelito di fuga, di libertà. Direi anche che tutte le figure dei dipinti hanno tratti puri, essenziali. Mi colpisce l’originalità della composizione: “Omaggio a Morandi” ed anche il quadro che l’autore ha suddiviso in vari pezzi che si ricompongono, poi, anche in un unico dipinto. Ognuno di essi sprigiona una magia e può essere interpretato singolarmente. Nella seconda stanza vorrei far notare “Madonna con bambino” anch’essa opera assai interessante per il cerchio dei colori che circondano le due figure stilizzate…(….)

L'artista Simon Rackham e Roberta Degl'Innocenti di fronte a un'opera esposta.

La Degl’Innocenti ha poi concluso con due considerazioni.

(…) La scultura con il bambino sull’altalena, posta sul tavolo d’ingresso mi fa pensare alla metafora del tempo (…) ed ancora …(…)… ascoltando la parola “semplicità”, più volte ripetuta da Roberto Cellini, mi è venuto in mente un pensiero di Andrea De Carlo: “La semplicità è molto più difficile da raggiungere della complicazione ed è molto meno agevole nascondercisi dietro”. Il pensiero era riferito alla scrittura ma ritengo che si possa applicare alle altre forme di arte

Al termine degli interventi è stata eseguita una composizione musicale di Simon Rickham. Applausi, buffet e festeggiamenti da parte del numeroso pubblico presente.

articolo


ultimi articoli
Literary © 1997-2018 - Issn 1971-9175 - Libraria Padovana Editrice - P.I. IT02493400283 - Privacy - Gerenza